Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

INTERNAZIONALIZZAZIONE DI PMI, CONSORZI E AGGREGAZIONI DI PMI – BANDO RER

La Regione Emilia Romagna sostiene l’Internazionalizzazione di PMI, Pmi in forma aggregata e Consorzi attraverso il finanziamento a fondo perduto del 50% dei costi sostenuti per consulenze, partecipazione a fiere o eventi promozionali, azioni di marketing digitale e realizzazione di materiale promozionale. I progetti devono obbligatoriamente comprendere interventi di tipo consulenziale, coerenti con le finalità del percorso di internazionalizzazione e con l’area target. 

 

Il bando, rivolto alle PMI dell’Emilia-Romagna e finalizzato all’incremento dell’export, prevede un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ritenute ammissibili.

Possono richiedere i contributi:

  • PMI singolarmente
  • PMI in forma aggregata (Associazioni Temporanee di Impresa o di scopo ATI/ATS) o Reti di Imprese già costituite al momento della presentazione della domanda
  • Consorzi

PROGETTI AMMISSIBILI

Interventi finalizzati a realizzare percorsi di internazionalizzazione che prevedono consulenze, partecipazione a fiere o eventi promozionali, azioni di marketing digitale e realizzazione di materiale promozionale. I progetti devono obbligatoriamente comprendere interventi di tipo consulenziale, coerenti con le finalità del percorso di internazionalizzazione e con l’area target

TIPOLOGIE DI SPESA AMMESSE

  1. ASSESSMENT: consulenze per l’accrescimento delle potenzialità del beneficiario attraverso servizi di analisi e orientamento specialistico, anche di avvicinamento ai servizi digitali e virtuali; preparazione di un piano export digitale; preparazione di un piano di sviluppo sui mercati obiettivo del progetto (sono esclusi i meri studi di mercato)
  2. TEMPORARY EXPORT MANAGER e/o DIGITAL EXPORT MANAGER: sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo da parte del beneficiario di un TEM o DEM
  3. MARKETING DIGITALE: realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera, promozione del sito attraverso strumenti quali SEO, SEM o altre metodologie simili, compreso il monitoraggio e la reportistica dei risultati
  4. CONSULENZA PER BUSINESS ON LINE: consulenza e assistenza tecnica per l’avvio e sviluppo di attività di promozione e commercializzazione on line B2B e B2C (consulenza e formazione per l’utilizzo di piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali)
  5. MATERIALE PROMOZIONALE: realizzazione di video, realizzazione di cataloghi, repertori, dépliant, altri materiali (anche digitali) redatti in lingua diversa dall’Italiano, per un valore massimo di € 3.000
  6. FIERE INTERNAZIONALI: partecipazione da parte del beneficiario a fiere all’estero o in Italia, in questo caso solo a fiere con qualifica Internazionale, svolte in presenza o in modalità virtuale. Nel caso di fiere in presenza saranno ammessi i seguenti costi: affitto spazi, noleggio, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti. Nel caso di fiere virtuali saranno ammessi i seguenti costi: iscrizione alla fiera e ai relativi servizi, accordi onerosi con media partners, spese di spedizione dei campionari.
  7. B2B ED EVENTI: adesione da parte del beneficiario a eventi promozionali, incontri di affari, b2b in forma fisica o virtuale, collettivi e di livello internazionale, organizzati da soggetti terzi con comprovata esperienza in ambito internazionale. Sono ammesse in questa tipologia le spese di consulenza finalizzate alla realizzazione di incontri d’affari (B2B) e i costi per l’affitto di spazi per la loro organizzazione e realizzazione. Le voci di spesa ammissibili per B2B ed eventi sono le medesime elencate per le fiere internazionali.
  8. COSTI GENERALI per la definizione e gestione del progetto, compreso la formazione del personale per l’acquisizione delle nuove competenze richieste per effetto dell’implementazione del progetto di internazionalizzazione (7% della somma delle voci di spesa indicate nelle lettere dalla a) alla g).
  9. COSTI DI PERSONALE (Esclusivamente per le aggregazioni (ATI/ATS e Reti di imprese) e per i Consorzi) per la gestione e il coordinamento del progetto. Tale spesa è riconosciuta forfettariamente per il 10% della somma delle voci di spesa indicate nelle lettere dalla a) alla g).

 

IMPORTO SPESE AMMISSIBILE E CONTRIBUTO 

 

PMI singola

ATI/ATS/Reti d’Impresa e Consorzi

Importo minimo della spesa

30.000,00 €

50.000,00 €

Contributo massimo

60.000,00 €

150.000,00 € (max 25.000,00 € per ogni impresa aderente)

La percentuale del contributo può essere incrementata del 5% nei seguenti casi:

  • rilevanza della presenza femminile e/o giovanile
  • imprese con sede operative in aree montane
  • aziende in possesso del RATING DI LEGALITÀ

 

Requisiti azienda 

PMI attive, con sede legale o unità operativa nella regione Emilia-Romagna e appartenenti ai seguenti settori di attività economica (Classificazione ISTAT ATECO 2007):

SEZIONE C – ATTIVITA’ MANIFATTURIERE (divisioni dalla 10 alla 33)

SEZIONE D – FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA (divisione 35)

SEZIONE E – FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE, ATTIVITA’ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO (divisioni dalla 36 alla 39)

SEZIONE F – COSTRUZIONI (divisioni dalla 41 alla 43) – È ammessa tutta la sezione

SEZIONE J – SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE (divisioni dalla 58 alla 63) – È ammessa tutta la sezione

SEZIONE M – ATTIVITA’ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE (divisioni dalla 69 alla 75)

SEZIONE N – NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE (divisioni dalla 77 alla 82) – E ammessa solo la Divisione 82

SEZIONE Q – SANITA’ E ASSISTENZA SOCIALE (divisioni dalla 86 alla 88)

È ammessa tutta la sezione (solo se l’attività e esercitata in forma di impresa)

SEZIONE R – ATTIVITA’ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO – (divisioni dalla 90 alla 93) – è ammessa tutta la sezione solo se l’attività è esercitata da soggetti iscritti al Registro imprese o al Repertorio Economico Amministrativo della Camera di Commercio competente

Durata del progetto 

Sono ammesse le attività realizzate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo e fino al 31/12/2024.

Sono ammesse le spese fatturate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo e fino al 31/12/2024 (le fatture dovranno essere quietanzate entro la data del rendiconto: 28/02/2025).

Potranno essere sostenute prima della data di presentazione della domanda solo spese relative a fiere (anticipi per fiere che possono essere sostenute anche in periodi antecedenti la presentazione della domanda, purché la fiera sia invece compresa nel periodo indicato per il progetto).

REGIME APPLICATO

Regime 1407/13 de minimis.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Dalle ore 12.00 del 27 aprile 2023 (termine iniziale) e fino alle ore 16.00 del 21 giugno 2023 (termine finale). Ogni soggetto può presentare una sola domanda. Valutazione a graduatoria di merito.

 

E’ possibile scaricare la  Scheda Tecnica 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a mettervi in contatto con i nostri uffici: Barbara Bernardini – Anna Maria Sartori – Lisa Frasson – 0522/1740266

Reggio Emilia, 14/04/2023