Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

FONDO STARTER 2023 – REGIONE EMILIA ROMAGNA

Fondo Starter 2023 – Emilia Romagna sostiene la nuova imprenditorialità attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato per l’innovazione  e lo sviluppo. 

FONDO STARTER – Regione Emilia Romagna  

Progetto e investimenti

I progetti presentati dalle imprese potranno riguardare interventi di:

  • innovazione produttiva e di servizio
  • sviluppo organizzativo
  • messa a punto dei prodotti e servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo
  • consolidamento e creazione di nuova occupazione
  • introduzione ed uso efficace di strumenti ICT nelle forme di servizi e soluzioni avanzate, con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale

Beneficiari  

Piccole imprese (meno di 50 ULA e max 10 milioni di fatturato / attivo) iscritte al Registro Imprese da meno di 5 anni  alla data di presentazione della domanda, attive e operanti in Emilia-Romagna e con codice di attività principale rientrante in una delle seguenti categorie della classificazione Ateco 2007: B, C, D, E, F, G, H, I, J, L, M, N, P, Q, R, S.

I richiedenti devono realizzare il progetto d’impresa in Emilia Romagna.

Spese ammissibili 

A titolo esemplificativo, sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese, successive alla presentazione della domanda:

  1. Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione
  2. acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali all’attività
  3. acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento
  4. spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali
  5. consulenze tecniche e/o specialistiche
  6. spese del personale adibito al progetto
  7. materiale e scorte
  8. spese per locazione dei locali adibiti ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale
  9. Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione e rendicontazione, parziale e finale, della domanda.

Le voci di spesa dalla lettera e, f, g, h, i non possono superare il 50% del progetto.

Durata progetti   

I progetti dovranno essere conclusi entro 12 mesi dalla data di concessione.

Concessione prevista entro la fine dei 2 mesi successivi alla data di presentazione della domanda

Agevolazione 

Finanziamento fino al 100% della spesa ammissibile, composto per il 75% da fondi pubblici a tasso zero e per il 25% da fondi bancari ad un tasso di interesse massimo pari ad Euribor maggiorato del 4,99%.

Quota fondo pubblico elevata all’80% per imprese femminili.

Durata finanziamento: minimo 18 mesi – massimo 96 mesi (incluso periodo di preammortamento max 18 mesi)

Importo del finanziamento: minimo 20.000,00 € – massimo 500.000,00 €

Entro 4 mesi dalla data di concessione l’azienda dovrà presentare fatture (anche NON quietanzate)  per almeno il 50% del valore del progetto per ottenere l’erogazione dell’intero finanziamento.

Regime applicato 

Le agevolazioni potranno essere concesse ai sensi del Reg. 1407/2013 de minimis oppure del Reg. 651/2014

Presentazione domande

Dal 8 novembre 2023 , ore 11, all’11 dicembre 2023  ore 13, salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse.

Necessari preventivi di spesa e delibera bancaria  (per 25%  quota di fondi privati). 

Per maggiori informazioni invitiamo le aziende a mettersi in contatto con i nostri uffici: Barbara Bernardini – Anna Maria Sartori 0522/1740266

Reggio Emilia, 24/10/2023