Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali materiali

La Legge di Bilancio 2021 ha rinnovato per l’anno in corso, estendendolo fino al 2022, importanti novità che consentono di agevolare i nuovi investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati con l’introduzione di un credito di imposta fino al 50%. 

Credito d’imposta fino al 50% delle quote di investimento per l’acquisto di beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati

OGGETTO

Entità del credito d’imposta per quota di investimento:  

50% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di €

30% % del costo per la quota di investimenti fino a 10 milioni di €

10% superiori a 10 mln di € e fino a 20 milioni di €

SOGGETTI BENEFICIARI

Tutte le imprese indipendentemente da dimensioni, fatturato, forma giuridica, settore, regime contabile.

SPESE AGEVOLABILI 

È agevolabile l’acquisto di beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti (per completezza vedere allegato A/2016 – Legge di Bilancio del 2017).
Per tutti i beni non ricompresi nell’allegato A e quindi NON rispondenti ai canoni di Industria 4.0 l’agevolazione è pari al 10% per un valore massimo di investimento pari a 2 ml di €. Per questo secondo caso possono rientrare tra i beneficiari anche gli ESERCENTI ARTI E PROFESSIONI.
Nel caso di investimenti realizzati nel 2021 per implementare il lavoro agile il credito di imposta è pari al 15%.

PERIODO DI VALIDITA’ delle SPESE

Sono ammissibili gli acquisti effettuati dal 16/11/2020 al 31/12/2022 o ordini accettati entro il 31/12/2022 con consegna fino al 30/06/2023 nel caso sia stato versato un acconto pari al 20% nell’anno 2021.

MODALITA’ DI UTILIZZO DEL CREDITO

Per gli investimenti effettuali nell’anno 2021 il credito d’imposta è così fruibile:

Quota unica annuale per i beni non corrispondenti ai canoni di Industria 4.0 “beni ordinari”

3 quote annuali per i beni materiali di Industria 4.0

Per l’anno 2022 è prevista una riduzione della percentuale del contributo (dal 50% al 40% per investimenti fino a 2,5 ml)

Si precisa che comunque nelle fatture e negli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni o servizi si deve fare espresso riferimento alla Legge di Bilancio n. 178 del 30/12/2020 – art. 1 cc 1051-1058.

Per investimenti superiori ai 300.000,00 è obbligatoria la perizia tecnica semplice o un attestato di conformità rilasciato da un ente certificato/accreditato.

Reggio Emilia settembre 2021